pezcurrel 2 years ago
parent
commit
cd3fc6a29b
1 changed files with 9 additions and 5 deletions
  1. 9 5
      INSTALL.md

+ 9 - 5
INSTALL.md

@@ -1,14 +1,16 @@
 * Le indicazioni che seguono riguardano un'installazione "da zero". Se vuoi provare mastostart senza tanto sbattimento [vedi qui](https://git.lattuga.net/pongrebio/MastodonStartpage/src/master/docker/).
 
-* Requisiti: apache (o altro web server, ma per ora le indicazioni qui sono solo per apache) con mod_rewrite abilitato; php7 (cli e "per apache") con estensioni mysqli, mbstring, pcntl, intl, json, session; mariadb (dovrebbe funzionare anche con mysql, ma non l'ho testato).
+* Requisiti: apache con mod_rewrite abilitato; php (cli e "per apache") con estensioni mysqli, mbstring, pcntl, intl, json, session; mariadb (dovrebbe funzionare anche con mysql, ma non l'ho testato).
 
-* Php dovrebbe essere configurato con un limite di memoria usabile abbastanza alto: 1 gb («memory_limit=1G») dovrebbe andar bene, ma di più (2 gb?) sarebbe anche meglio, per andare sul sicuro con un occhio al futuro (uro-uro). Tanta memoria serve per «mustard/crawler/peerscrawl.php», il crawler che recupera ricorsivamente un bel po' di istanze; al momento ne recupera circa 21.000 arrivando a usare un picco di circa 750 mb (in circa 6 ore, sulla mia sgrausissima adsl). (Delle istanze recuperate da «peerscrawl.php» solo circa 3.000 finiscono poi effettivamente nel database: per tantissime l'endpoint \[dominio\]/api/v1/instance poi non risponde, o perché l'istanza è morta, oppure perché è giù, o perché non si tratta di istanza mastodon, o perché l'endpoint è disabilitato, o per varie ed eventuali).
+* Clona il repository con `git clone https://git.lattuga.net/pongrebio/MastodonStartpage.git` (poi potrai mantenerlo aggiornato con `git pull` dalla directory «MastodonStartpage»).
 
-* Se vuoi provare la funzione di invio delle mail di invito alle admin delle istanze, php deve essere configurato in modo che sia in grado di inviare mail dall'indirizzo email "mittente" definibile impostando la variabile «ref_email» in «mustard/sec/mustard.ini». In questo stesso file di configurazione puoi cambiare il valore della variabile «mail_test_to» a un tuo indirizzo email valido, così da ricevere tu gli inviti, ma NON impostarla a stringa vuota o a false, in modo da NON inviare inviti reali alle admin delle istanze ora che non c'è ancora niente online.
+* Apache deve essere configurato (con "AllowOverride All") per servire il contenuto della directory «web/».
 
-* Se hai installato mastostart nella DocumentRoot di apache o di un virtualhost definito in apache bona lè; se invece l'hai installato in una sottodirectory della DocumentRoot (per esempio «\[DocumentRoot\]/mastostart»), imposta al percorso della sottodirectory la variabile «instpath» in «mastostart.ini» (per esempio «instpath="/mastostart"») e la direttiva «RewriteBase» in «.htaccess» (per esempio «RewriteBase "/mastostart").
+* Php dovrebbe essere configurato con un limite di memoria usabile abbastanza alto: 1 gb («memory_limit=1G») dovrebbe andar bene, ma di più (2 gb?) sarebbe anche meglio, per andare sul sicuro con un occhio al futuro (uro-uro). Tanta memoria serve per «mustard/crawler/peerscrawl.php», il crawler che recupera ricorsivamente un bel po' di istanze, al momento circa 21.000 arrivando a usare un picco di circa 750 mb (in circa 6 ore, sulla mia sgrausissima adsl). (Delle istanze recuperate da «peerscrawl.php» solo circa 2.800 finiscono poi effettivamente nel database: per tantissime l'endpoint \[dominio\]/api/v1/instance poi non risponde, o perché l'istanza è morta, oppure perché è giù, o perché non si tratta di istanza mastodon, o perché l'endpoint è disabilitato).
 
-* Per quanto riguarda l'installazione di Mustard
+* Se vuoi provare la funzione di invio delle mail di invito alle admin delle istanze, php deve essere configurato in modo che sia in grado di inviare mail che avranno come «From:» l'indirizzo email "mittente" definibile impostando la variabile «ref_email» in «mustard/sec/mustard.ini». In questo stesso file di configurazione puoi cambiare il valore della variabile «mail_test_to» a un tuo indirizzo email valido, così da ricevere tu gli inviti; NON impostarla a stringa vuota o a false, in modo da NON inviare inviti reali alle admin delle istanze ora che non c'è ancora niente online.
+
+* Per quanto riguarda Mustard...
 
     * se vuoi partire con un database senza istanze e senza account admin predefiniti importa in mariadb o mysql il dump sql che puoi estrarre da «mustard/zzz-materiali/mastostart_non_popolato.sql.gz»; se invece vuoi partire con un database prepopolato di istanze e con due account admin predefiniti, importa in mariadb o mysql il dump sql che puoi estrarre da «mustard/zzz-materiali/mastostart_popolato.sql.gz»;
 
@@ -21,3 +23,5 @@
     * se il dump che hai importato è quello non popolato, crea almeno un “superadmin” per poter entrare in Mustard lanciando «php addsuperadmin.php» dalla directory «mustard/tools/»; altrimenti, se hai importato invece il dump prepopolato, puoi già entrarci "da admin di Mustard" con email «pongrebio@insicuri.net» e password «password», oppure "da admin di un'istanza invitata" (per finta, per ora) con email «mastodon@bida.im» e password «password».
 
 * Per quanto riguarda il crawler che crea/aggiorna i dati relativi alle istanze nel database, si tratta di farne girare i due componenti uno dopo l'altro, la prima volta magari da shell, poi con un cron job (quotidiano? settimanale?). Per farlo è sufficiente lanciare lo script «crawl.sh» che si trova nella directory «mustard/crawler».
+
+* Se il contenuto della directory «web/» sta nella DocumentRoot di apache o di un virtualhost definito in apache bona lè; però è anche possibile installare mastostart in una sottodirectory della DocumentRoot (per esempio «\[DocumentRoot\]/mastostart»), ma in questo caso, perché la parte della guida (la Mastodon Startpage) funzioni, devi impostare al percorso della sottodirectory la variabile «instpath» in «mastostart.ini» (per esempio «instpath="/mastostart"») e la direttiva «RewriteBase» in «.htaccess» (per esempio «RewriteBase "/mastostart").